Stadia potrebbe funzionare solo sui Pixel di Google

Uno dei punti di forza di Google Stadia è la sua universalità, nel senso che, per come è immaginato il servizio, potrà funzionare senza troppe difficoltà su computer di ogni tipo (laptop, fissi, Chromebook, Macbook e così via), su televisori (con Chromecast e il controller di Stadia), su tablet e, dulcis in fundo, su smartphone. E se proprio su smartphone ci fossero delle limitazioni?

Il nostro sospetto nasce da svariati indizi. Partiamo dal sito ufficiale italiano di Stadia, che riporta la dicitura “Gioca su qualsiasi dispositivo, inclusi laptop, computer desktop e telefoni e tablet selezionati.“. Quel “telefoni e tablet selezionati” non suona benissimo. Da una parte potrebbe trattarsi di un requisito hardware minimo, ma considerato che in teoria Stadia non dovrebbe aver bisogno di un hardware così prestante (lato giocatore) Google avrebbe potuto semplicemente specificare dei requisiti (2 GB di RAM, Android 4.4 o superiori e simili, per dire).

LEGGI ANCHE: Phil Spencer dice la sua su Google Stadia

Durante la presentazione poi il servizio è stato mostrato in azione unicamente sui Pixel 3 di Google. E ha senso, trattandosi di una presentazione di Google, ma durante tutta la presentazione (o quasi, almeno da quanto riusciamo a ricordarci) non è mai stato nominato Android, e quando si è dovuto parlare della compatibilità con smartphone si è sempre fatto cenno ai Pixel. Android non sarebbe l’unico grande escluso: anche iOS, e di conseguenza iPhone e iPad, sarebbero esclusi dai giochi, e non avrebbe senso lasciare fuori una così grande fetta di utenza. A corredo di quanto detto finora, tutte le immagini promozionali e tutti i filmati mostrati da Google ritraevano in azione solo ed unicamente i Pixel 3.

Il non nominare Android non è una pratica del tutto nuova da parte di Google. Se vi ricordate già in occasione della presentazione dei Pixel 3 (guarda caso) vi segnalammo che Google non aveva mai nominato il robottino verde durante tutta la durata dell’evento. E nel frattempo Microsoft mostra Project xCloud in azione su un Samsung Galaxy S8. Stiamo viaggiando troppo con l’immaginazione? O Google potrebbe sfruttare Stadia per promuovere in qualche modo la sua linea di smartphone? Ne sapremo di più questa estate, probabilmente in occasione dell’E3 2019.

Source: MobileWorld – Stadia potrebbe funzionare solo sui Pixel di Google

Share Button